15 giorni di dieta bio e i pesticidi rilevabili nelle urine spariscono

Una famiglia di 4 persone ha mangiato alimenti biologici per 15 giorni sottoponendosi ad analisi delle urine prima e dopo quest’esperimento. L’esito presentato da Federbio in una conferenza stampa è stato chiaro: tutti i pesticidi riscontrati prima di iniziare a mangiare biologico sono scomparsi o sono stati drasticamente ridotti dopo 15 giorni.

 

Chi si interessa di biologico già lo sapeva. Sono molti i dati raccolti dalla letteratura scientifica sulla presenza di pesticidi nel nostro corpo e sulla loro riduzione con l’assunzione di cibo biologico. Quasi tutti sono però frutto di ricerche ed analisi straniere. Diversi abstract di studi internazionali sono stati anche riuniti in un libro “Biologico, la parola alla scienza/ What Science Says About Organics” presentato nel 2015 in occasione dell’assemblea di Assobio all’interno di Expo.

Ma questo risultato è frutto di un esperimento tutto italiano, voluto da Federbio, da Cambialaterra.it, da ISDE-Medici per l’Ambiente, dalla coalizione #StopGlifosato e dalle associazioni per la difesa del territorio e degli animali come Legambiente, Lipu e WWF Italia. Tutti uniti nella campagna #IPesticidiDentroDiNoi.

Campagna nata per dimostrare, risultati scientifici alla mano, che mangiando prodotti “convenzionali” – per quante precauzioni si possano prendere, come lavare bene e più volte la verdura, togliere la buccia della frutta – ingeriamo comunque dei pesticidi.

Più o meno attenti alle norme di igiene e al buon senso, i pesticidi si accumulano nel nostro organismo molto probabilmente perchè queste sostanze chimiche vanno oltre la buccia, sono nella polpa, raggiungono i semi.

Con un approfondito esame delle urine è possibile scovare quali sostanze abbiamo in corpo.

Dato buono è che alla famiglia presa in osservazione sono bastati 15 giorni per vedere scendere a quantitativi minimi o a scomparire del tutto sostanze come erbicidi ed insetticidi.

Dovremmo pensare anche a questo quando compriamo frutta e verdura ma non solo, anche pane, pasta, biscotti… non solo il prezzo ma anche la qualità di ciò che ingeriamo. In tempi in cui il lavoro scarseggia e i soldi non bastano mai è un discorso che può sembrare puerile o vano ma forse è proprio in questa situazione economica che dovremmo incominciare a capire che è meglio comprare meno, calcolando le giuste quantità di cibo che ci servono così da evitare sprechi e cibi che vanno a male nel frigorifero. Comprare meno per non sprecare gettando nella spazzatura e comprare meglio, cibo più salutare che proprio perchè pagato un po’ più caro ci farà stare attenti a non farlo marcire.

Recenti

Uova

https://youtu.be/rIBcQpB5Hn0 Le uova biologiche provengono innanzitutto da allevamenti all’aperto, dove le galline sono libere. Nel provare le marche che ci

Leggi Tutto »

chips di mais

https://youtu.be/MoWpELFFJpA Chi dice che i prodotti bio non possono essere anche sfiziosi? Ecco, noi abbiamo trovato delle chips di mais

Leggi Tutto »

croissant 1

https://youtu.be/FFOWuEmjZq8 Il croissant è tra i prodotti per la colazione più semplici e consumati nel mondo occidentale. Talvolta vengono consumati

Leggi Tutto »

riso integrale

https://youtu.be/4LHoFYgTaoY La scelta di un tipo di riso è molto soggettiva. Date le molteplici qualità in commercio, noi di solobio.net

Leggi Tutto »

solobio.net