Quanto costa il “bio”? Quanto vale!

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su google
Condividi su twitter

Gli acquisti dei prodotti bio pesano sul nostro portafoglio in maniera importante, non c’è dubbio. Le persone che scrivono su solobio.net hanno famiglia e sanno benissimo cosa significa, come la maggior parte di voi che state leggendo questo articolo. Anche io, mentre scrivo, penso a tutte le volte in cui potrei cambiare strada e tirare dritto per il primo supermercato e risparmiare qualcosa in più per altre spese. Mia moglie, soprattutto. Perché le altre spese, lo sappiamo, ci sono sempre e non finiranno mai!

Ciononostante, ho pensato a quante volte ho avuto l’influenza negli ultimi tre anni grazie alla prevenzione con i metodi omeopatici: zero. Ricordo con piacere il pasto dell’ultima salita in mountain bike della stagione passata per raggiungere un rifugio a poco più di 2000 metri senza rimpiangere pasti ultracalorici: fichi secchi, mandorle pelate, cioccolato fondente e bacche di goji. Ho dimenticato di svegliarmi al mattino con mal di testa a causa di una scorretta digestione ormai da parecchi anni. Uso prodotti biologici per lavarmi e mi sento molto meglio. La verdura che consumiamo in famiglia proviene dal giardino di casa – quando le stagioni lo consentono – oppure da colture biologiche – anche da supermercati – e vi assicuro che riusciamo a stare in piedi anche se per qualche giorno mangiamo solo verdura e legumi. Inoltre, hanno tutto un altro sapore.

Con il tempo ho imparato ad “ascoltare” il mio organismo, i suoi ritmi, a regolarmi quando ho fame e sonno. Sono cambiato. Questo, grazie anche a mia moglie, che è stata la prima a crederci.

Tutte queste cose mi hanno portato ad avere uno stile di vita più “bio”? Certamente, ci ho guadagnato in salute fisica e mentale e questo è un dato di fatto, prima di ogni altra considerazione.

Sono più povero? No. Ho smesso di comprare altro che non fosse davvero utile.

La mia vita nel complesso è migliorata? Potete giurarci.

Vivere bio è, prima di tutto, tornare alle origini, come ad esempio i nostri nonni coltivavano quel che la terra offriva, la coglievano e la consumavano così, come veniva. Sapevano da quale fattoria provenivano la carne, le uova, il latte, i formaggi.

Oggi chi vive in città e lavora tutto il giorno non può e non vuole indossare stivali e lavorare la terra, chiedere al macellaio di visitare l’allevamento di polli e scegliere quello che vuole per cena. È ridicolo, questo è certo. Ma se sceglieremo prodotti biologici, saremo certi di consumare sostanze meno inquinate, meno nocive al nostro organismo, più sane e più semplici. Tutte cose che dovrebbero costare anche meno, se c’è più concorrenza e l’offerta sale. Questo, a prescindere dal contenuto di questo articolo e dalle mie opinioni personali, è un dato di fatto.

Io scelgo il “solobio lifestyle” perché vivo meglio e lo verifico tutti i gironi. E pensare che non ci credevo.