La terapia nutrizionale: curarsi mangiando.

Il cibo come cura preventiva. Mangiare bene e sano conviene!

una corretta alimentazione per ogni patologia

Nei maggiori centri di ricerca mondiali si studia il cibo per capire che effetti produce sui nostri organi. Oggi possiamo affermare in maniera scientifica che il cibo può essere il nostro farmaco, anzi deve essere la nostra terapia.

La terapia nutrizionale è l’uso corretto degli alimenti a fini terapeutici come fossero medicinali, che permettono di apportare il corretto fabbisogno nutritivo agli organi del nostro corpo. Poiché tutti noi siamo differenti, è importante associare correttamente gli alimenti in base ad una diagnosi corretta del nostro organismo. 

Molti di noi soffrono di disturbi intestinali, oppure di stitichezza. Al contrario, qualcun altro di diarrea o, peggio, di insonnia o digestione lenta. Questi e molti altri sintomi possono essere risolti con il cibo. Il nostro organismo non chiede altro. Dobbiamo solo imparare ad ascoltarlo. 

Qualche decennio fa, questi concetti erano conosciuti dalle medicine non convenzionali o da studi di naturopatia, ma oggi i centri di ricerca universitari si occupano di nutrizione in modo molto più approfondito. La Mayo Clinic e la Harvard conducono addirittura ricerche sul recupero delle malattie cronico-degenerative.

Oggi le ricerche sui cibi sono condotte come se si studiassero i prodotti farmaceutici, negli stessi laboratori e con le medesime procedure scientifiche. Oggi sappiamo che il cibo è più importante di ogni altro farmaco nella prevenzione di molte patologie degli organi. 

Da molto tempo, ad esempio, si conoscono le virtù medicamentose delle crocifere. Molecole dai nomi impronunciabili quali ditioltioni, glucosinolati, isotiocianati, indoli e tante altre, presenti appunto nei cavoli, nei broccoletti, nelle verze, che sono considerate oggi tra i più potenti anticancerogeni e disintossicanti da composti tossici e da metalli pesanti indotti dall’esterno. Un toccasana per il nostro organismo. 

Per una corretta terapia nutrizionale non basta individuare le categorie alimentari che devono essere rigorosamente evitate in fase acuta di malattia, ma è necessario conoscere le notevoli differenze nutrizionali che caratterizzano i singoli quadri patologici e l’adeguata associazione di cibi, permettendo l’azione dei processi riparativi. Scelta dei cibi, modalità di conservazione, cottura e corretti abbinamenti fanno tutti parte di questo tipo di terapia. 

le patologie degli organi

solobio-intestino

intestino

solobio-fegato

fegato

solobio-reni

reni

solobio-cuore

cuore

solobio-cervello

cervello

Ogni sostanza nutriente che assumiamo esplica il massimo dei benefici quando è assunta in dosi adeguate ed è in equilibrio con tutte le altre. Questo vale anche per ogni vitamina o minerale. Dobbiamo ricordarci che ogni eccesso è patologico.

la classificazione dei nutrienti

I carboidrati o glucidi

le proteine

i grassi o lipidi

i sali minerali

le vitamine

le sostanze fitochimiche

le fibre

l'acqua

solobio.net