Dall’omogeneizzato alla pastina, cibo bio per i nostri bambini

Dagli omogeneizzati alle creme, dai biscottini alla pastina:  curare e seguire lo svezzamento dei nostri bambini  utilizzando sempre prodotti per l’infanzia biologici è possibile e soprattutto importante per la loro salute odierna e futura.

 

Perché iniziare fin dallo svezzamento a nutrire i nostri figli con prodotti biologici?

Perchè già  durante la vita intrauterina si è sottoposti agli inquinanti ambientali e quindi anche ai pesticidi introdotti attraverso l’alimentazione materna, ma è soprattutto quando sono neonati e nella prima infanzia che l’assorbimento di sostanze tossiche, potenzialmente presenti nei cibi, è maggiore.

Se è vero infatti che un bambino assume meno cibo di un adulto, va valutato in primis che l’organismo di un bambino assorbe molto di più e molto più velocemente di quello dei grandi (basti vedere la velocità della crescita di un bambino nel primo anno di vita e poi lo sviluppo sino al raggiungimento dei tre anni). Inoltre le difese gastrointestinali, l’apparato immunitario, i meccanismi di depurazione, detossificazione ed eliminazione delle scorie di reni e fegato non sono completi, sono in fase di maturazione. Infine la quantità di cibo ingerita da un bambino, rispetto al suo peso, è una quantità maggiore rispetto a quella ingerita da un adulto, perciò le quantità di sostanze tossiche sono elevate ed i  possibili danni possono manifestarsi in altri periodi della vita.

GLI STUDI

Dagli studi effettuate da diverse università di tutto il mondo, su persone che per un certo periodo di tempo hanno introdotto alimenti biologici nella propria dieta quotidiana, sono emersi diversi risultati che ne attestano la riduzione dei livelli di pesticidi nell’organismo e la maggiore concentrazione di antiossidanti. La ricerca condotta da un team di ricercatori, pediatri e nutrizionisti dell’Università di Berkeley, in California, ha dimostrato che l’urina di bambini che per sette giorni hanno mangiato frutta e verdura bio presentava minori livelli di pesticidi ed erbicidi in concomitanza con quei giorni in cui venivano introdotti prodotti ortofrutticoli provenienti da campi coltivati con metodo biologico. A dimostrazione che l’alimentazione ha una grande influenza sull’esposizione ai pesticidi.

Non solo, secondo uno studio condotto dall’Università di Newcastle frutta, verdura e cereali bio hanno una maggiore concentrazione di antiossidanti (dal 19 al 69% in più) e una minor presenza di pesticidi (sino a 4 volte in meno).

Mangiare bio e dare ai propri figli prodotti provenienti da agricoltura biologica, attenta alla salute delle persone e all’ambiente, significa prendersi cura del futuro benessere dei nostri cari. E’un attenzione oggi che vale la salute di domani.

Omogeneizzati di frutta e verdura bio, prodotti senza il ricorso a sostanze chimiche di sintesi, omogeneizzati di carne provenienti da allevamenti rispettosi della natura, dell’ambiente e degli animali stessi, che non fanno ricorso a stimolanti della crescita, a conservanti, coloranti, mangimi con ogm, biscotti e pastina preparati con farine bio e senza zuccheri, saccarosio, lieviti chimici, uova : dai 4 mesi in poi un’alimentazione tutta bio è possibile e consigliabile.

Recenti

Crescenza

CRESCENZA BIO ESSELUNGA ** la prova Sapori equilibrati e piacevoli, acidità equilibrata, gradevole in bocca se consumata diversi giorni prima

Leggi Tutto »

Uova

https://youtu.be/rIBcQpB5Hn0 Le uova biologiche provengono innanzitutto da allevamenti all’aperto, dove le galline sono libere. Nel provare le marche che ci

Leggi Tutto »

chips di mais

https://youtu.be/MoWpELFFJpA Chi dice che i prodotti bio non possono essere anche sfiziosi? Ecco, noi abbiamo trovato delle chips di mais

Leggi Tutto »

croissant 1

https://youtu.be/FFOWuEmjZq8 Il croissant è tra i prodotti per la colazione più semplici e consumati nel mondo occidentale. Talvolta vengono consumati

Leggi Tutto »

solobio.net