crema per il corpo

Creme bio per la nostra pelle: ecco cosa guardare e a cosa prestare attenzione

Per nutrire la propria pelle con prodotti sicuri, naturali e con componenti biologici meglio sempre leggere con attenzione quali ingredienti vengono utilizzati per comporre le creme quotidianamente spalmate su viso e corpo.

 

Le creme bio sono creme ipoallergeniche,  realizzate prestando attenzione alla salute della pelle, rispettandone il ph, con ingredienti bio e di derivazione naturale.  Al loro interno devono esserci perciò emulsionanti vegetali, principi attivi naturali, tensioattivi di origine naturale.

Le creme bio inoltre non utilizzano componenti testati su animali, sono cruelty free.

LA COMPOSIZIONE

I principi attivi naturali presenti devono avere una certa concentrazione per caratterizzare con le loro proprietà la crema, perciò la formulazione che riporta tutti gli ingredienti va letta con attenzione ricordandosi che in etichetta l’ordine seguito è quello decrescente rispetto alla loro concentrazione, ovvero in prima posizione quello maggiormente presente e via via gli altri. Poche aziende riportano anche la percentuale di presenza. Nella maggior parte delle creme come primo componente troviamo l’acqua.

Da controllare anche quali ingredienti si celano dietro una piacevole profumazione e una consistenza morbida, facilmente spalmabile: petrolati, paraffine e altri oli di derivazione chimica e di sintesi spesso sono utilizzati per rendere il composto più facilmente stendibile, morbido e setoso a contatto con la pelle.

Tutte queste sostanze chimiche in un prodotto bio non devono essere presenti, la morbidezza e la consistenza devono essere date dalla presenza di oli e burro vegetali e la profumazione deve essere legata alla presenza di oli essenziali come quello profumato alla lavanda, al bergamotto, agli agrumi.

REGOLAMENTI, CERTIFICAZIONI E DISCIPLINARI

Per creme e cosmetici bio non esiste un vero e proprio regolamento europeo o nazionale che stabilisce i requisiti per poter avere la certificazione; si sono sviluppati dei disciplinari di produzione privati, sia italiani che esteri, controllati poi da organismi di controllo indipendenti, non legati ad aziende produttrici, che ne esaminano la naturalità, l’aspetto ecologico e biologico, ovvero la presenza in quantità non trascurabile di ingredienti provenienti da agricoltura bio. Questi disciplinari seguono sempre più delle regole precise, che si son andate definendo, sia per la formulazione dei prodotti, che per le indicazioni  in etichetta e per il packaging.

Tra i disciplinari più conosciuti vi sono quelli di NaTrue, di CCPB, di EcoBio Cosmesi Icea, EcoCert, tutti organismi di controllo che nei regolamenti da loro sviluppati, oltre ad indicare che gli ingredienti bio devono essere presenti in quantità non trascurabili, hanno puntualizzato che questi devono venir segnalati sulla confezione.

Recenti

Crescenza

CRESCENZA BIO ESSELUNGA ** la prova Sapori equilibrati e piacevoli, acidità equilibrata, gradevole in bocca se consumata diversi giorni prima

Leggi Tutto »

Uova

https://youtu.be/rIBcQpB5Hn0 Le uova biologiche provengono innanzitutto da allevamenti all’aperto, dove le galline sono libere. Nel provare le marche che ci

Leggi Tutto »

chips di mais

https://youtu.be/MoWpELFFJpA Chi dice che i prodotti bio non possono essere anche sfiziosi? Ecco, noi abbiamo trovato delle chips di mais

Leggi Tutto »

croissant 1

https://youtu.be/FFOWuEmjZq8 Il croissant è tra i prodotti per la colazione più semplici e consumati nel mondo occidentale. Talvolta vengono consumati

Leggi Tutto »

solobio.net