animali

Il bagnetto per cani e gatti: ecco qualche dritta

Gli animali domestici possono accusare allergie ai detergenti aggressivi utilizzati per il bagnetto. Alcuni di questi possono addirittura causare malattie cutanee gravi che talvolta devono essere curate con massiccia dosi di antibiotici o cortisone. Se non si conosce la causa di un effetto indesiderato sulla pelle dell’animale, è caldamente consigliato cambiare shampoo o detergente, anche se considerato di marca.

Alcune malattie dell’epidermide come ad esempio l’alopecia, [perdita di pelo dell’animale in un’area del corpo circoscritta, è abbastanza frequente nel cane, ma spesso non viene valutata con un dermoscopio], sono tra le più frequenti.

I cani con alopecia presentano un assottigliamento del pelo, alterazioni del follicolo pilifero e aree cheratinizzate che si pigmentano all’esposizione solare.

L’indagine dermoscopica è semplice: permette di fare una corretta valutazione clinica del caso, altrimenti supposta, e consente un distinguo da altre patologie della pelle e favorisce un intervento terapeutico mirato.

L’alopecia circoscritta del cane deve essere quindi indagata correttamente ma deve essere anche prevenuta nutrendo opportunamente la pelle dell’animale e idratando il pelo.

Altre malattie cutanee non vengono sempre identificate. Per questo gli esperti consigliano sempre di provare i nuovi prodotti su piccole parti del corpo dell’animale.

Quando, come e con cosa lavare il proprio amico a quattro zampe?

Uno dei più vecchi e sani rimedi per la cura del pelo è quello di passare delicatamente il manto dell’animale con un panno imbevuto di aceto bianco. L’aceto ristabilisce il corretto equilibrio della cute e fa risplendere il pelo. All’inizio sembrerà molto fastidioso, ma dopo poche sedute il marcato odore comincerà a sparire quasi del tutto e per gli animali la sofferenza dell’acqua sarà evitata, almeno momentaneamente.

Si consiglia tuttavia un lavaggio delicato ogni tre mesi in caso di animali abituati a stare in casa, mentre invece per quelli che amano la vita selvatica tutti i giorni il compito è più arduo, ma è consigliabile un lavaggio al mese al massimo.

Molti padroni pensano che sia meglio per tutti se un cane viene lavato una volta alla settimana, ma l’animale soffrirà a prescindere dal prodotto che useranno, perché, molto semplicemente, la sua pelle non è fatta per essere lavata continuamente. Il grasso che si sviluppa all’esterno forma una barriera protettiva contro gli agenti atmosferici. Se togliamo questa barriera protettiva naturale con lavaggi frequenti, bisognerà correre ai rimedi in seguito con ulteriori prodotti specifici per la cura e la protezione del manto.

Recenti

Crescenza

CRESCENZA BIO ESSELUNGA ** la prova Sapori equilibrati e piacevoli, acidità equilibrata, gradevole in bocca se consumata diversi giorni prima

Leggi Tutto »

Uova

https://youtu.be/rIBcQpB5Hn0 Le uova biologiche provengono innanzitutto da allevamenti all’aperto, dove le galline sono libere. Nel provare le marche che ci

Leggi Tutto »

chips di mais

https://youtu.be/MoWpELFFJpA Chi dice che i prodotti bio non possono essere anche sfiziosi? Ecco, noi abbiamo trovato delle chips di mais

Leggi Tutto »

croissant 1

https://youtu.be/FFOWuEmjZq8 Il croissant è tra i prodotti per la colazione più semplici e consumati nel mondo occidentale. Talvolta vengono consumati

Leggi Tutto »

solobio.net