semi di chia

Alla scoperta di nuovi alimenti: i semi di chia

I semi di chia si stanno diffondendo come nuovo alimento tutto da provare. Ma come si portano a tavola e quali sono i benefici per l’organismo?

Ecco un altro alimento che arriva dall’altra parte del mondo, per questo a lungo sconosciuto nella nostra dieta e sulle nostre tavole. Ora con l’aumentare delle persone che seguono un’alimentazione vegetariana e vegana insieme a quella macrobiotica e all’attenzione per prodotti biologici, i semi di chia si stanno diffondendo anche da noi.

La chia è originaria del Sud America e dell’America Centrale; si dice che fossero già presenti nei regimi alimentari di Maya e Aztechi e che già ai tempi di queste popolazioni ne venivano riconosciuti i molti benefici e proprietà nutrizionali. Nei semi neri di questa pianta vi sono infatti molte proteine, fibre e acidi grassi ricchi di omega 3.

I semi di chia sono ricchi anche di aminoacidi, Sali minerali, ferro, potassio e calcio. Tutti elementi che oltre ad essere fondamentali per il benessere dell’organismo, forniscono energia per svolgere al meglio tutti gli impegni quotidiani.

Recentemente studi condotti da diverse università parlano di capacità di migliorare la pressione sanguigna e di aumentare la presenza di colesterolo buono diminuendo quello cattivo. La presenza di aminoacidi e la proprietà di questi semi di assorbire acqua favorirebbe il senso di sazietà regolando così l’appetito. Sentendosi pieni e sazi si mangia di meno, perciò i semi di chia potrebbero aiutare, insieme ad una giusta dieta e all’esercizio fisico, alla perdita di peso. Va detto che non ci sono prove cliniche che mangiare semi di chia faccia dimagrire.

Gli antiossidanti, invece, presenti in questi semi aiutano a rallentare la produzione di radicali liberi, dannosi per l’invecchiamento delle cellule. Il calcio acquisito mangiando semi di chia apporta benefici alle ossa e ai denti.

 


COME SI MANGIANO I SEMI DI CHIA?

I semi di chia hanno un sapore neutro e delicato perciò sono adatti ad esser mangiati da soli, crudi o in aggiunta al muesli. Possono essere utilizzati anche come arricchimento per insalate, pasta fredda, riso, legumi, macedonia di frutta.

I semi di chia possono essere usati anche per guarnire i dolci come torte, plum-cake, biscotti.

Sul mercato si possono trovare anche degli snack in mono porzione e bevande arricchite dalla presenza di semi di chia.


PRECAUZIONI

Ricca di proprietà nutritive, è meglio non superare la dose giornaliera consigliata, che si aggira sui 15 grammi. In questa dose ci sarebbero il triplo del ferro contenuto in una porzione media di spinaci, ben cinque volte il calcio contenuto in un bicchiere di latte, il doppio del potassio presente in una banana e il triplo degli antiossidanti presenti in una manciata di mirtilli.

Mangiarne più della dose consigliata può causare rallentamenti al transito intestinale e problemi di ipotensione.

Chi soffre di diabete, prima di assumere questi semi, dovrebbe parlarne con i propri specialisti per assicurarsi che non vi siano interazioni con i farmaci prescritti.

Recenti

Crescenza

CRESCENZA BIO ESSELUNGA ** la prova Sapori equilibrati e piacevoli, acidità equilibrata, gradevole in bocca se consumata diversi giorni prima

Leggi Tutto »

Uova

https://youtu.be/rIBcQpB5Hn0 Le uova biologiche provengono innanzitutto da allevamenti all’aperto, dove le galline sono libere. Nel provare le marche che ci

Leggi Tutto »

chips di mais

https://youtu.be/MoWpELFFJpA Chi dice che i prodotti bio non possono essere anche sfiziosi? Ecco, noi abbiamo trovato delle chips di mais

Leggi Tutto »

croissant 1

https://youtu.be/FFOWuEmjZq8 Il croissant è tra i prodotti per la colazione più semplici e consumati nel mondo occidentale. Talvolta vengono consumati

Leggi Tutto »

solobio.net