sorgo

Alla scoperta del sorgo, cereale antichissimo, privo di glutine

Come si cucina il sorgo?Quali sono le sue proprietà? Scopriamo insieme come e perchè inserire questo cereale nella nostra dieta.

Il sorgo è un cereale non noto a molti, dalle origini molto antiche. Risalirebbe infatti al 2000 a. C. (secondo alcuni reperti archeologici) anche se per alcuni studiosi le prime coltivazioni sarebbero avvenute nell’Africa Nordorientale attorno  all’8000 a. C.

Grazie alla sua capacità di resistere alla siccità e agli agenti atmosferici,  il sorgo si è diffuso in molti ambienti, dalla Cina all’India, dagli Stati Uniti (che ne sono i maggiori produttori mondiali) all’Italia. Da noi viene coltivato nelle regioni centrali Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria.

Oggi il sorgo è il quinto cereale più coltivato al mondo, dopo grano, riso, mais ed orzo; viene utilizzato sia per l’alimentazione umana che per quella animale (foraggio , mangimi, pastoni),ma anche come bio-carburante e per estrarne l’etanolo.

Dal sorgo si può ricavare anche uno sciroppo, sin dall’antichità era usato infatti anche come dolcificante.  La pianta del sorgo si utilizza anche per realizzare le scope di saggina; dal sorgo distillato e fermentato si produce uno dei più famosi liquori cinesi, il maotai.


LE PROPRIETA’

Cereale senza glutine, altamente digeribile e facilmente assimilabile, è molto ricco di ferro e antiossidanti.

Con molte fibre, è composto principalmente da carboidrati complessi, che si trasformano a poco a poco, durante il metabolismo, in molecole di glucosio che rilasciano energia lentamente e non determinano un aumento brusco della glicemia nel sangue. Nel sorgo troviamo buoni quantitativi anche di Sali minerali come magnesio, fosforo, potassio e zinco, vitamina B ed E.  Gli antiossidanti naturali in esso presente aiutano nella prevenzione dello sviluppo del cancro, del diabete e delle malattie cardiovascolari.  Inoltre aiuterebbero anche per combattere gli stati infiammatori.

COME LO SI PUO’ TROVARE

Il sorgo lo si può acquistare in chicchi, dal color panna, tondeggianti e di piccole dimensioni; soffiato in fiocchi adatto per la colazione; macinato in farina per la preparazione di prodotti da forno; come bevanda vegetale senza glutine e senza lattosio, dolce di natura e perciò senza zuccheri aggiunti.


IN CUCINA

Dal gusto dolce ma delicato, il sorgo si può usare come alternativa al riso o come accompagnamento per insalate e altri secondi.

Anche il sorgo necessita di un ammollo prima della cottura: bastano due ore ma con un rapporto che vede l’acqua presente in porzione doppia o tripla rispetto alla quantità di sorgo (per questo bisogna leggere attentamente le indicazioni del produttore).

In pentola poi i tempi di cottura variano da produttore a produttore e dalla ricetta. Alcuni indicano 15 minuti altri 25-30 minuti.

A colazione il sorgo soffiato si può unire a latte, yogurt o bevande vegetali ma volendo può essere utilizzato anche nel minestrone, passati di verdura e zuppe al posto della pasta o del riso.

La farina di sorgo, mescolata con altri tipi di farine o con fecole per migliorare la consistenza finale del prodotto, può esser usata per la preparazione di impasti sia dolci che salati, dalle torte alla pizza, dai biscotti al pane.

Recenti

Uova

https://youtu.be/rIBcQpB5Hn0 Le uova biologiche provengono innanzitutto da allevamenti all’aperto, dove le galline sono libere. Nel provare le marche che ci

Leggi Tutto »

chips di mais

https://youtu.be/MoWpELFFJpA Chi dice che i prodotti bio non possono essere anche sfiziosi? Ecco, noi abbiamo trovato delle chips di mais

Leggi Tutto »

croissant 1

https://youtu.be/FFOWuEmjZq8 Il croissant è tra i prodotti per la colazione più semplici e consumati nel mondo occidentale. Talvolta vengono consumati

Leggi Tutto »

riso integrale

https://youtu.be/4LHoFYgTaoY La scelta di un tipo di riso è molto soggettiva. Date le molteplici qualità in commercio, noi di solobio.net

Leggi Tutto »

solobio.net